Il nascondiglio

Prix Fémina 2015

Il nascondiglio

Boltanski, Christophe

Editorial Sellerio Editore Palermo
Lugar de edición Palermo, Italia
Fecha de edición enero 2017 · Edición nº 1

Idioma italiano

EAN 9788838936067
288 páginas
Libro


valoración
(0 comentarios)



P.V.P.  21,20 €

Sin ejemplares (se puede encargar)

Resumen del libro

La storia dei Boltanski è quella di una stravagante famiglia intellettuale che ha vissuto per anni in uno spazio circoscritto, un appartamento in rue de Grenelle, a Parigi, e qui ha costruito tutto il proprio mondo. Il racconto della loro vicenda segue la struttura dellabitazione e attraversa in maniera progressiva ogni stanza, collocandovi via via gli eclettici personaggi. È un cammino che inizia nel cortile dovè parcheggiata la Fiat Cinquecento e prosegue verso la cucina, lufficio, il bagno e le camere da letto, fino al luogo clou, «lentre deux, il nascondiglio letteralmente incastrato tra le mura dove il nonno Étienne, ebreo, ha vissuto nascosto per quasi due anni per sfuggire alla deportazione.
Il padre di Étienne, il bisnonno, era emigrato in Francia nel 1895 da Odessa, dopo aver abbandonato il sogno di diventare cantante lirico. A Parigi trova lavoro come operaio alla Citroën, e durante la Prima guerra mondiale conosce la futura moglie, la bisnonna Niania, infermiera. Étienne sarà il loro unico figlio, ed è lui, il medico malinconico, la figura centrale del romanzo, assieme alla moglie Myriam. La donna viene dalla Bretagna dove è stata cresciuta dalla matrigna, ed è claudicante a causa della poliomielite avuta da bambina, ma che rinnega con tutti. Sono la sua forza impetuosa e il carattere autoritario a mantenere saldo intorno a lei lintero clan.
Per raccontare il vertiginoso collage identitario da cui proviene, un corpo unico dalle membra molteplici, Christophe Boltanski ha interrogato i parenti, grattato nei ricordi dinfanzia, indagato nelle tracce lasciate dagli antenati, redatto uno scrupoloso inventario dellappartamento. Con grande ironia ne scaturisce lemozione di una libertà reinventata ogni giorno, un anticonformismo esasperato, nevrotico e creativo, il paradosso di uno spazio chiuso e limitato che contiene invece tutto e tutti: «Noi che fluttuavamo senza appigli, senza radici, noi che per le nostre origini bizzarre, per le nostre abitudini particolari, per il nostro rifiuto o la nostra incapacità di far parte di un qualsiasi gruppo etichettabile, pensavamo di essere diversi dagli altri, al punto da vivere ripiegati su noi stessi, in fin dei conti assomigliavamo a tutto il resto del mondo.

Biografía del autor

Christophe Boltanski (Boulogne-Billancourt, Francia, 1962) es periodista y escritor. En 1989 empezó a trabajar en Libération, diario para el que fue corresponsal en Londres y Jerusalén. Desde 2007, forma parte del equipo de Le Nouvel Observateur y colabora habitualmente con Rue 89, portal web dedicado a información. La autobiográfica Un lugar donde esconderse es su primera novela.




Para mejorar la navegación y los servicios que prestamos utilizamos cookies propias y de terceros. Entendemos que si continúa navegando acepta su uso.
Infórmese aquí  aceptar cookies.