Eventos

vie 13 Abr 2018

Presentazione del libro "Benedetta e Niccolò"

Presentazione del libro "Benedetta e Niccolò"

Presentazione del libro "Benedetta e Niccolò" / Presentación del libro "Benedetta e Niccolò" de Giorgio Bernard
La presentación tendrá lugar a las 19 horas en la Librería Pasajes (c/ Génova, 3) de Madrid con la presencia del autor.
Organiza: Italia Altrove

 

"Niccolò è un bambino stupendo. Ha i capelli biondi come il grano e due occhi dolcissimi, scuri e profondi. E poi è un maschietto, il primo bimbo arrivato in casa: il che vuol dire che le nonne e le zie non hanno occhi che per lui.

Ha da poco compiuto due anni e alla sua festa di compleanno sono venuti proprio tutti. Ha spento le candeline e poi si è messo a scartare i regali, mentre i parenti intorno al tavolo gli cantavano stornelli e canzoni.
[...]

 

Poi è successo qualcosa, il bambino ha cominciato a cambiare, a farsi strano.
Le notti le passa urlando, lamentandosi, e durante la veglia si fa sempre più ombroso, non guarda più negli occhi nessuno, la faccina imbronciata, sofferente.
Se mamma o papà lo chiamano non si volta, se cercano di toccarlo si ritrae di scatto; non ha più nessun contatto umano, con nessuno.
Nel corso di un mese ha smesso di parlare e ora fa addirittura fatica a muoversi, a compiere i gesti più semplici.
Adesso se ne sta seduto sul suo seggiolino e mugola senza posa, un lamento che somiglia a una nenia ossessiva, mentre i pini e i cipressi passano pigri sul ciglio della provinciale, al di là del finestrino.
Lui tiene la testa appoggiata contro il vetro, ma non dà l’impressione di accorgersi di niente; lo sguardo spento, svuotato, le braccia rigide accostate ai fianchi.

Una giovane madre e il suo bambino, le aspettative e i progetti di una vita, fino a che la serenità della famiglia non viene cancellata da una diagnosi terribile: autismo. Lo smarrimento che diventa paura, la ricerca di spiegazioni e speranze in un mondo sconfinato, quello medico e accademico, che sembra incapace di offrire risposte univoche. La frustrazione si trasforma a poco a poco in desiderio di isolamento e finisce con il generare una rabbia irrazionale e prepotente. Eppure una via d’uscita esiste ed è a portata di mano: la possibilità di intervenire, la dedizione amorevole di un’équipe di medici e operatori, che si stringono attorno al bambino e i suoi familiari per aiutarli a ritornare alla vita, tutti insieme.
Uno struggente racconto a due voci, quella della mamma e quella del piccolo, la storia vera di un percorso terapeutico e umano che li porterà a cercarsi, a corrersi incontro e, infine, a ritrovarsi, oltre l’autismo, e a scoprirsi cresciuti, come è normale che sia. Perché non c’è dolore o malattia che l’amore non sia in grado di sconfiggere: amore per i propri figli, per il proprio lavoro, amore per la vita. Amore a tutto tondo."
 

Giorgio Bernard, nato a Milano, ha trascorso i primi anni della vita professionale tra Italia e Regno Unito, lavorando come sceneggiatore di fumetti e sistemi di gioco narrativi. L’esordio come romanziere è del 2008, quando collabora alla stesura di Giovanni Gelati, Diario di un podestà antifascista, edito da Belforte. Nel 2014 pubblica Sangue di Re, un romanzo young adult che racconta le storture della società contemporanea dalla prospettiva ironica e distorta di un fumettista squattrinato. Benedetta e Niccolò è il suo sesto romanzo.

La imagen puede contener: 2 personas, de traje


Para mejorar la navegación y los servicios que prestamos utilizamos cookies propias y de terceros. Entendemos que si continúa navegando acepta su uso.
Infórmese aquí  aceptar cookies.